LE CANNE DA PESCA (Parte 2)

Dic 17, 2020 Blog
LE CANNE DA PESCA (Parte 2)

In questo secondo episodio continua la scoperta delle canne da pesca che esistono, magari daremo uno sguardo più attento alle canne usate per l’acqua dolce, ma ci teniamo a precisare che sono soprattutto i mulinelli e le lenze che fanno la differenza per acque salate o dolci.

Canna Teleregolabili

La canna da pesca teleregolabile un attrezzo specifico per la pesca della trota in torrente. La sua caratteristica fondamentale è la possibilità di variare rapidamente la sua lunghezza tramite opportuni blocchi, per consentire l’azione di pesca alla distanza voluta. La canna teleregolabile è dotata di estrema rigidità per garantire, anche in presenza di forte corrente, una sensibilità adeguata a riconoscere ogni impulso trasmesso dalla lenza, tra cui naturalmente l’abboccata del pesce. La lunghezza di tali attrezzi varia molto, arrivando anche a 13 metri in modelli da competizione, e ciò per permettere di raggiungere comodamente punti distanti del torrente, cercando di pescare quanto più possibile vicino al vettino della canna, sondando con la lenza, (che è formata tipicamente dalle cosiddette corone cioè delle serie di piombini, oppure da piombi unici, a cui segue il terminale con l’amo) i posti dove si reputa possibile trovare la trota (pesca al tocco).

Il filo è annodato all’estremità dell’asta ed ha una lunghezza fissa. Sono le canne più semplici e sono utilizzate principalmente per la pesca al lago, ma anche per la pesca a passata nei fiumi, nonché per pescare in mare da moli e scogliere. il mulinello è un meccanismo che consente di riavvolgere il filo con l’esca e offre maggiori possibilità di utilizzo della canna da pesca. Usando particolari esche come i cucchiaini o i rapala con il movimento ottenuto riavvolgendo il filo per mezzo del mulinello, si simula il moto di insetti o piccole prede, ingannando i pesci.

Canna Da Fondo

Le caratteristiche che deve avere una canna da pesca da fondo sono La lunghezza , puó variare da 2 metri circa fino ai 4 metri e mezzo, l’azione della canna é molto rigida e normalmente é possibile lanciare fino a 150 – 200 gr di piombo con queste canne da pesca. Le sezioni ed il manico sono molto robuste, la maggior parte dei modelli di canne da fondo sono telescopiche ma ci sono anche modelli ad innesti. Una particolare canna da fondo viene utilizzata proprio per una tipologia di pesca chiamata surfcasting, oggi si trovano in commercio proprio canne specifiche per questa tecnica di pesca. le canne da fondo hanno il manico molto resistente e puó essere di plastica dura o di sughero, le sezioni sono molto robuste ed anche il cimino é molto robusto, gli anelli montati normalmente sono a doppio ponte.

Canna Da Fondo
Canna Da Fondo

Il cimino della canna da fondo viene colorato con un colore molto acceso in modo tale da poter vedere le mangiate del pesce. Possono essere infatti usate, a seconda dei modelli e della potenza, per i seguenti tipi di pesca: SurfCasting, Light-Drifting, Pesca alla trota, Pesca al cavedano, Pesca al luccio. La maggior parte delle canne da pesca sono richiudibili o smontabili, per semplificarne il trasporto. La scelta della canna da pesca e del relativo equipaggiamento, filo ed esche, va fatta in funzione di ciò e dove si intende pescare. Le canne da pesca in fibra di carbonio, o in materiale metallico, costituiscono un serio rischio di folgorazione nel caso finiscano a contatto con linee elettriche aeree.